Gnocchetti al pecorino come piacciono a me

Avatar utente
sandropiatti
Messaggi: 18
Iscritto il: 20 luglio 2015, 22:25

Gnocchetti al pecorino come piacciono a me

Messaggio da leggere da sandropiatti »

Premessa d’obbligo: Anni fa, in un ristorante nell’entroterra riminese, ho avuto modo di gustare un piatto di gnocchetti al pecorino di fossa…Fu un tripudio di papille estasiate.

Non avendo avuto la faccia tosta di chiedere la ricetta (di sicuro aspettavano solo che la chiedessi...............o no!?!), mi sono messo in caccia sui libri di cucina, compresi quelli regionali, ma nessuna ricetta trovata era minimamente simile a quella cercata, al massimo, quando vi compariva il pecorino, veniva semplicemente cosparso grattugiato sul piatto finito. Alla fine ho risolto preparando una fonduta di pecorino con cui condire gli gnocchetti.

Secondo me è un sugo (salsa...intingolo...broda…?) che può andar bene anche con la pasta corta, ma con gli gnocchetti di patate è l’ideale. Le dosi sono approssimate, a discrezione, anche perché, pur avendone spesso preparata più del necessario, di rimanenza non ce n'è mai stata.

Ricetta
Pecorino di fossa, 300÷400g - va bene anche quello già grattugiato - va bene anche se non di fossa
Panna da cucina (quella densa) una confezione, 100÷200g
Latte, mezzo bicchiere scarso
Burro, una noce
Noce moscata, secondo le preferenze
Gnocchetti di patate - calcolare 500 g per quattro persone

Preparazione
in un tegame, di dimensioni adeguate, versare un po’ del latte e aggiungervi a freddo e mescolando, il formaggio. Più o meno latte, più o meno formaggio secondo la quantità prevista. Mettere su fuoco bassissimo, non deve mai prendere bollore, nemmeno accennato, ma solo sciogliersi, altrimenti raggruma, non rimane vellutata e non è bella da vedere. La fonduta deve rimanere bella densa, ci penserà poi la panna ad ammorbidirla. Aggiungere e lasciare sciogliere il burro, quindi, sempre mescolando incorporare la panna facendola intiepidire. È pronta, manca solo una grattatina di noce moscata, senza esagerare, direttamente sui piatti. Messa prima non si sentirebbe, se troppa infastidisce.

Portare a bollore una pentola di acqua salata, buttare pochi gnocchetti alla volta che saranno cotti una volta venuti a galla. Condirli in una zuppiera precedentemente scaldata alternando condimento e gnocchetti, oppure metterli ancora sconditi direttamente nei piatti (caldi), annegarli con la fonduta e via di grattatina di noce moscata. La fonduta eventualmente rimasta nel tegame verrà poi smaltita con dei crostini di pane rustico da chi non avrà il coraggio di avanzarla.
.
Gnocchetti.jpg
.
Note finali
Ho provato a farla con pecorino sardo - toscano - romano: buona
Ho provato a sostituire parte del pecorino con parmigiano reggiano - grana padano: buona
Cavoli! ho dimenticato il burro: buona
Mi piace la fonduta al formaggio: forse che si!
Vanno bene anche gli gnocchi grandi? : piccoli rimangono più conditi. ciao, sandro.
Rispondi

Torna a “Primi piatti”